Audizioni in Senato sulle condizioni del lavoro free lance

martedì, dicembre 21, 2010
By refusi

La condizione dei giornalisti freelance viene finalmente allo scoperto.
Esce dal cono d’ombra di un’attività sottopagata ma essenziale al sistema dell’informazione, per diventare test su scala nazionale. L’occasione è un’indagine parlamentare promossa, in chiave bipartisan, dai senatori Maurizio Castro (Pdl) e Giorgio Roilo (Pd), che mette finalmente sotto la lente la questione dei giornalisti freelance.

Coloro che negli ultimi anni sono diventati la “maggioranza” tra gli operatori dell’informazione, ma che senza tutele e contratto, lavorano al di fuori delle redazioni.

All’indagine seguirà un’audizione al Senato alla quale parteciperanno colleghi freelance di tutta Italia che presenteranno le cifre, i contenuti, le mancanze di una categoria di professionalità fondamentali che, per dimensioni e impiego, hanno superato da tempo gli stabilizzati.
L’iniziativa, voluta e promossa da Re:Fusi, Coordinamento Giornalisti Freelance Veneti, dal Sindacato dei Giornalisti del Veneto, dalla Commissione Nazionale Lavoro Autonomo – Fnsi, ha l’obiettivo di sensibilizzare editori, colleghi, e ovviamente la politica affinché possa portare all’attenzione dell’opinione pubblica una questione ormai ineludibile. La neonata Commissione Nazionale Lavoro Autonomo ha avviato il monitoraggio della situazione dei freelance su scala nazionale attraverso la distribuzione di questionari in forma anonima. I risultati verranno presentati in occasione del XXVI Congresso della Fnsi in programma a
Bergamo dall’11 al 14 gennaio.

Tags: , , , ,

Comments are closed.

cerca

twitter

  • Loading tweets...